lunedì 26 ottobre 2009

cuffie bose in-ear

Beh, oggi non voglio parlare di aerografia bensì di cuffie. Sì avete capito bene "CUFFIE"!
Oltre ad essere un appassionato di grafica sono anche un appassionato di Hi-fi. Essendo cresciuto in un ambiente dove la cultura del suono era all'ordine del giorno sono stato educato ad ascoltare la musica attraverso apparecchiature di un certo livello. Mi sento molto fortunato per questo perchè a distanza di 3o anni (ne ho 43) mi accorgo che siamo cresciuti a livello di centri commerciali e di proposte nel settore dell'elettronica con tantissime offerte ecc....ma ahimè la cultura del buon ascolto è diminuita a dismisura. Non parliamo del lavaggio di cervello che il marketing riesce a propinare ai giovani spacciando prodotti apparentemente hi-end camuffati da marchi super blasonati. Parlo in questo modo perchè mi sento in dovere di aiutare il prossimo a non lasciarsi intrappolare. Quando chiedi ad un commesso di consigliarti ti propone questo o quel'altro modello senza nemmeno sapere quello che dice o che vende. Oppure si crea la classica situazione in cui ti senti dire:
- Ehi stiamo parlando di Bose e questo è una garanzia!
Ed ecco perchè ho intitolato questo post "bose in ear".
Bose è un marchio che ho sempre considerato all'avanguardia ed è quello che penso tutt'ora. Ma la cosa che mi dà fastidio di quest'azienda è il non dichiarare sulla confezione dei suoi prodotti, le caratteristiche tecniche:
Risposta in frequenza, inpedenza, sensibilità....ecc.
Devi comprare a scatola chiusa fidandoti della parola di un pseudo commesso di elettronica.
Per la prima volta in vita mia, ho voluto fidarmi di costui e ho comprato, circa un paio di anni fa della cuffie bose in-ear alla modica cifra di € 99,00.
Non vi descrivo la mia eccitazione quando di corsa sono tornato a casa per provare il mio nuovo gioiello.
Apro di corsa la confezione, accendo il PC, inserisco un dvd(i 300) e appena inizia il flm mi stavano scoppiando le coronarie per la delusione. Per la prima volta in vita mia, mi sono sentito derubato. Mi sono detto:
Forse sarà colpa del PC, adesso provo con l'ipod(considerando anche che queste cuffie erano espressamente consigliate con l'uso di quest'ultimo), ma che, se veniva un medico a misurarmi la pressione mi avrebbe ricoverato immediatamente.
Non mi ricordo più dove ho buttato quelle cuffie.
Ho avuto altre cuffie come le Sennheiser px100 che con circa € 39,00 di danno un suono con bassi che questa bose si può solo sognare.
Ok qualcuno dirà che le px100 non sono in-ear ma è la clasica Cuffia stereo ad archetto aperta sovraurale , ok ma sono anche 60 euro di differenza considerando tra l'altro che, per come suona, dovrebbe costare 10 volte tanto se paragonata alla bose.
Vogliamo allora paragonarla ad un'altra in-ear? Ho ascoltato le akg 340P e poi comprato a € 79,00 circa anche se da euronics adesso le ho viste a € 65,00. Allora vi dico solamente che come suono non c'è paragone e se le bose costano € 99,00 queste dovrebbero costare 200,00 euro per come suonano.
Vi assicuro che il problema questa volta è della bose che ha introdotto sul mercato una cuffia in-ear non all'altezza della propria fama, ma sopratutto ad un prezzo ingiustificabile se paragonato alle sue reali prestazioni(la concorrenza offre realmente molto, ma molto di più).
Questa mia critica non è rivolta alla bose, azienda che reputo tra le poche al mondo che ha saputo introdurre novità tecnologiche a tutto vantaggio del suono, ma ad un prodotto specifico della bose che mi ha profondamente deluso.
Spero che questo post possa essere utile a colui/coloro che si accinge per la prima volta all'acquisto di una cuffia che per qualità e prezzo soddisfi le sue esigenze reali, senza FARSI condizionare da chi gli propone una qualsiasi marca, MA DA CIO' CHE LE SUE ORECCHIE STANNO ASCOLTANDO.

martedì 31 marzo 2009

Bruno Fisichella


Bruno Fisichella é un artista Siciliano di Catania a circa un'ora di strada da Siracusa. Si definisce un appassionato di arte. Autodidatta a 360 gradi cerca a piccoli passi di imparare sempre di più nel campo dell'aerografia. A osservare i suoi lavori direi che ci stia riuscendo alla grande. Un incoraggiamento che possiamo dargli é all'unisono "Non mollare mai"!!!! Allego un immagine che secondo Bruno lo rappresenta al meglio. Ora tocca a voi esprimere un giudizio. Grazie ancora Bruno e in bocca al lupo.
 

giovedì 26 marzo 2009

Dipo Airstyle




Umberto Zanoni in arte "Dipo AirStyle" classe 1975 di Busto Arsizio (VA) spazia agevolmente e con grande disinvoltura tra una tecnica e l'altra  applicata alla pittura di carattere figurativo surrealista.
Dal 2000 si avvicina al mondo dell' AEROGRAFIA, sviluppando come  autodidatta il completo percorso artistico in questa direzione. Anche lui come tanti altri viene ammagliato dall'aerografo e da quel fatidico incontro, é un susseguirsi di successi di pubblico e critica. Infatti lui si definisce un "Aeropittore". L'opera che ho scelto di Umberto rende chiaramente l'idea del livello professionale che si può raggiugere attraverso, sì l'aerografo, ma sopratutto la sensiblità di chi lo usa.

Antonio Fucito


Antonio Fucito classe 1981 di Alghero. Sin da bambino creava i suoi "mondi" con carta e colori. Dopo aver provato tanti passatempi, l'arte l'ha catturato da subito. Diciamocelo Antonio da allora di passi ne ha fatti davvero parecchi e con ottimi risultati. Ancora oggi gli capita spesso di  addormentarsi pensando alla sua prossima opera da dipingere. Secondo Antonio l'uomo  si divide in 3 cattegorie: uomo, donna e artista, quella sensazione e quella sensibilità particolare che ci sentiamo dentro...come lo spirito che soffia dove vuole! Tra le sue opere ho scelto "Gandalf" tratto dalla pellicola cinematografica de "Il signore degli anelli", solamente perchè sono appassionato della saga girata da Peter Jackson. Vi invito dunque a visitare il resto della sua gallery.

lunedì 23 marzo 2009

Lisir


Ciao a tutti! 
Mi chiamo Elisa Butturi di Brescia, nickname Lisir, ho 26 anni e da 4 anni a questa parte mi sono specializzata nei dipinti ad olio, (paesaggistica, riproduzioni di opere famose, astratti, ritrattistica). Terminato il liceo artistico, ho lavorato 3 anni come grafica pubblicitaria, abbandonando da qualche anno il lavoro a computer per dedicarmi all'arte in modo più "diretto", a contatto con le opere, decidendo finalmente di sporcarmi le mani!! 
Lavoro generalmente su commissione, prediligendo opere ad olio. 
Per info o richieste di preventivi su eventuali lavori contattatemi sulla mia mail: lisir@hotmail.it 
Un saluto a tutti e buon lavoro agli artisti!! 
Lisir.

Marta Atzeni


Ciao a tutti mi chiamo Marta, Ho 22 Anni e vivo a Cagliari...fin da piccola ho avuto una sola grande passione che è quella per il disegno. 

Prima di diplomarmi al liceo artistico ho cominciato ad utilizzare il mio primo aerografo (il paasche V , senza nessun impegno) ho vissuto a milano per un paio d'anni e proprio a Milano ho avuto l'occasione di notare tanti negozi di artisti che avevano fatto dell'aerografia una professione. 

Con l'aerografia ho un rapporto Amore /odio (ragazza troppo impulsiva e frettolosa per poter utilizzare l'aerografo che si sa richiede pazienza e dedizione) ma è come se fosse una droga. Brava Marta ti sei presentata da sola, grazie anche a te.

Simone Catucci


Simone Catucci, 27 anni, vive e lavora a Castellaneta (TA) dove attraverso la sua passione da autodidatta per l'arte e in particolar modo per l'aerografia riesce a ritagliarsi una fetta di consensi nella sua provincia di residenza. Usa l'aerografo dall'età di 15 anni. Ha fatto grafica pubblicitaria. Determinato a accrescere la sua notorietà attraverso l'applicazione pratica di questa tecnica, che lo ha letteralmente catturato, Simone crea ritratti su commisione, nonchè soggetti di ogni genere su qualsiasi superficie il cliente gli presenti. Giudicate voi stessi questo delizioso ritratto di suo nipote.

Simone Millo


Millo Simone iscritto all'Accademia di Belle Arti di Firenze amante della decorazione, ama assemblare varie tecniche pittoriche all'aerografia. Esegue decorazioni su commissioni(ritratti, decorazioni su caschi, moto, pannelli per negozi, ecc). Beh a vedere i suoi lavori direi che Simone c'è riuscito piuttosto bene ad inporsi all'attenzione del grande pubblico.  Avendo ricevuto una "educazione artistica" riesce a trasmettere  una forte emozione visiva attraverso una rielaborazione in chiave di lettura moderna della natività che quì viene rappresentata attraverso elementi contemporanei rendendo quest'opera inprigionata tra due epoche diverse tra loro, ma attuali allo stesso tempo. 

domenica 22 marzo 2009

Tecnoart


Melzi William in arte "tecnoart Sersan" é un aerografista davvero completo non solo come decoratore, ma anche come carrozziere e questo la dice lunga in merito alla sua preparazione professionale. Molti aerografisti non hanno questa preparazione di base che può rivelarsi un neo in alcune situazione.  Per esempio quando devi spiegare in maniera dettagliata come verrà trattata la superficie e quali saranno le varie fasi di lavorazione che si susseguiranno fino al raggiungimento della decorazione e la laccatura in fase finale. Ma questo non é certo il caso di William che come recita un famoso detto "Chi fa da sè fa per tre". I clienti, di questo, se ne accorgono subito entrando in un ambiente professionale come la carrozzeria Tecnoart. Non si  preoccupano più di tanto quando lasciano  le loro auto o moto in quello che definirei, più che carrozzeria, un vero e proprio "salone di bellezza". Ma lascio che siano le opere di William a testimoniare quanto é stato sintetizzato in queste poche righe, ringraziandolo  per la sua collaborazione.

martedì 17 marzo 2009

Enzo Nasso


Enzo Nasso di Torino é un artista che spazia con gran disinvoltura dalla pittura al disegno all'aerografia. Un artista talentuoso che si esprime con grande padronanza nella ritrattistica e non solo. Ho scelto dal sua repertorio questo ritratto di ragazza dallo sguardo ingenuo e carico di innocenza che  nella sua immobilità sembra aspettare un interazione con l'osservatore. Se anche questa é stata la vostra impressione vi invito  a visitare le  sue gallerie. Un sincero ringraziamento a Enzo.

Filippo Furio


Filippo Furio e io siamo coetanei, classe 1967 e ci sentiamo più arzilli di molti 20enni. Filippo, originario di Genova, è un artista di spicco nel panorama contemporaneo aerografico italiano. Nonché grande fotografo di professione. Riesce a catturare attraverso l'otturatore delle sua Reflex delle immagini davvero suggestive. I suoi scatti trasmettono delle emozioni uniche grazie alla sapiente padronanza delle luci e delle ombre che sono "la signature de ces portraits". Solo chi ha le basi da vera artista come pittore e illustratore riesce a trasmettere plasticità e vita anche negli scatti fotografici come solo filippo sà fare. 

lunedì 16 marzo 2009

Giorgio uccellini


Giorgio Uccellini di Birmingham non ha bisogno certo di presentazioni visto che é uno degli artisti comtenporeanei più in vista nel panorama aerografico. Artista polivalente, riesce a trasferire, indipendentemente dal supporto i soggetti più disparati e lo fà con grande eleganza e finezza di tratto. Un maestro d'ispirazione per tutti coloro che desiderano avvicinarsi a questa stupenda espressione d'arte.
L'opera che ho scelto di Giorgio é Smeagol  aerografata su di una t-shirt. Giorgio riesce a dare, con abile spruzzate,  corposità  e vita al personaggio più introverso della saga de "il signore degli anelli". Un caloroso ringraziamento al maestro Giorgio Uccellini.

Marco Cocozza


Marco vive e lavora a Napoli. Lavora come grafico presso la sede Ikea di Afragola (NA). Riuscendo a ritagliarsi ampi spazi di tempo visto che il suo lavoro glielo permette, Marco é riuscito a portare avanti quella che é la sua passione da sempre:
Il disegno, ma sopratutto l'uso dell'aerografo come strumento principale di espressione artistica. Beh, sarete d'accordo con me osservando questo lavoro realizzato da lui con questa tecnica.....no, non è una foto e proprio un aerografia e i complimenti vanno tutti a marco.

sabato 14 marzo 2009

Frans


Con Frans, un artista di Roma, siamo  coetanei (siamo entrati negli anta) e lo  appoggio quando dice che non ce li sentiamo proprio. I l segreto di tutto ciò? Beh Frans é maturo artisticamente parlando  non solo nel disegno ma anche nella musica visto che ha studiato piano jazz e chitarra. E mi soffermo già quì perchè ci sarebbe tanto da raccontare. Un artista che ha anche il dono della musica oltre che al disegno, beh lasciatemelo dire, é un artista davvero completo come ce ne sono pochi. Credo che la sua sensibilità sia maggiormente accentuata rispetto agli altri artisti per via di questo dono. E scommetterei che Frans quando si trova davanti alla sua tela non può fare almeno di aerografare o dipingere ascoltando la musica. Guardando questo ritratto si coglie la finezza del tratto e si percepiscono delle note musicali fatte di sfumature inprigionate nel suo quadro. Se volete assistere allora ad un suo concerto sinfonico fatto di colori andate a sbirciare i suoi lavori. Grazie e alla prossima.

Riccardo Marelli


 Riccardo ha 35anni  e si definisce un pazzo artista..... che gira con la sua 2CV completamente aerografata per catturare l'attenzione dei passanti. Credo proprio che ci sia riuscito pienamente. Quando si parla di aerografia molti "artisti tradizionali" definiscono questo tipo di arte di seconda categoria, eppure sfido chiunque di questi cosidettti artisti a prendere in mano un aerografo. Non riuscirbbero nemmeno a tracciare un linea retta senza toccare il supporto sul quale dipingono. Quando si pronuncia la parola "aerografia" il pensiero del nostro interlocutore vaga sempre verso il custom painting, il serbatoio della moto o un casco. Ma con quest'opera che Riccardo ci regala gentilmente, vogliamo dimostrare che la finezza del tratto dovuta all'abilità dell'artista non ha nulla da invidiare ad un dipinto ad olio.  Riccardo é riuscito a trasmettere l'essenza delle potenzialità che solo l'aerografia sà regalare. Grazie Riccardo. E invito tutti i navigatori della rete a visualizzare tutto il resto del repertorio di Riccardo.

Maurizio Fusi Mau Design


Maurizio é un artista che ha saputo trasformare la sua passione in professione. Ma questo percorso di trasformazione é il risultato sicuramente di sacrifici, determinazione e umiltà. Sì, perchè in questo lavoro, sopratutto quando si é all'inizio, una buona dose di umiltà non guasta mai, senza pensare di sè più di quanto non sia neccessario. Beh in questo, maurizio ha fatto delle grandi conquiste di pubblico e di critica e lo dimostrano ovviamente i suoi sorprendenti lavori. Questa opera di Maurizio che vi presento e quella che preferisco, ma vi assicuro che non é stato facile sceglierla tra le innumerevoli che vi invito ad andare a vedere........provare per credere.

Alessandro Carrara


Alessandro carrara di Lentate sul Seveso decora praticamente tutto ciò che gli capita a tiro. 
Avete mai visto in TV quei raduni americani dove, oltre alle belle donne, si vedono custom decorate da rimanere a bocca aperta? Vi chiederete, ma come fanno? O avete pensato, beati loro che in america hanno certi artisti!!! 
Beh quì da noi il custom painting é oramai una realtà consolidata ed Alessandro rientra di diritto in questa realtà. Guardate quest'immagine e giudicate voi.......a presto.

Splash Design


Che dire di Splash? Un artista a 360 gradi capace di trasmettere  attraverso la padronanza dell'aerografo delle  sensazioni davvero impressionanti. L'immagine quì rappresentata ne dimostra l'indiscutibile abilità nel realismo. Come????? Pensavate fosse una foto...Aaahhh... fregati!!! Questa é un opera del maestro Splash. Pensate che sia tutto? Cliccate sul link e ne scoprirete delle belle. 

Massimo Fogliazza



Che dire di Massimo Fogliazza in una parola sola ..... "Grande". Sì questo è il termine giusto. Nasce a Roma nel 1976. Beh finite le scuole medie e iscrivendosi ad un istituto tecnico, il ragazzino incomincia ad annoiarsi, ma giudiziosamente si diploma perito meccanico. Ma annoiato sempre di più decide di andare a lavorare presso uno studio di grafica. Non l'avesse mai fatto!!! Perchè adesso chi lo ferma più? L'immagine che ho scelto dal repertorio di Massimo è solo un granello di sabbia in un'immensa spiaggia, non sò se rendo l'idea??!! Ho scelto quest'opera semplicemente perché sin da piccolo adoravo le pin-up(é tuttora é così) e della figura umana, specialmente femminile. Una raccomandazione a tutti i navigatori della rete:
Cliccate sul link e andate a vedere i suoi lavori, ....... mi ringrazierete.....e io ringrazio Max.

Max Cosimo


New entry "Max Cosimo" un artista di napoli che riesce a spazziare con i colori su qualsiasi supporto, come la pelle, il cuoio, la carrozzeria, la tela....ecc. Credo senza ombra di dubbio che questo artista merita di essere messo in primo piano e per questo lascio che siate voi, navigatori della rete, ad esprimere un vostro giudizio intanto con questo ritratto di Sofia Loren davvero eccellente. Buona visione.

venerdì 13 marzo 2009

August Mischinger


New entry August Mischinger di Leibnitz. Un artista che riesce ad esprimere le sue ispirazioni attraverso il colore con una grande padronanza nelle tecniche sia aerografica che con il Pinstriping. L'immagine che vi propongo ne rivela palesemente la bravura. Buona visione.

Probrush


Oggi abbiamo un nuovo ingresso. UN ragazzo simpatico, in arte "PROBRUSH", innamorato dell'aerografia.
Vorrebbe rendere questa sua passione il suo lavoro a tempo pieno e credo che con la sua determinazione ci riuscirà senz'altro. Buona Visione.

giovedì 12 marzo 2009

Chroal


Vi presento un bravissimo artista francese chiamato in arte "Chroal". un artista dotato di grande sensibilità. Ma lascio che siano i suoi stessi lavori a testimoniarlo e non solo le parole.

lunedì 9 marzo 2009

Roberta Boldini


Roberta Boldini di Copiano(PV)
Roberta ha catturato da subito la mia attenzione in quanto come artista realizza dei lavori davvero interessanti. Ho voluto presentarvela perché primariamente sono stato folgorato dal suo talento che definirei ingenuo e allo stesso tempo meticoloso. Ma non voglio dilungarmi nel descrivervi questa artista con le parole, ma piuttosto coinvolgendovi visivamennte, che ne pensate?

domenica 22 febbraio 2009

Tuning

Per chi desiderasse una decorazione sulla propria auto può contattarmi tranquillamente.
Di volta in volta aggiugerò degli step per aiutarvi nel crearvi delle grafiche fai da te. 

Visita subito Graffitishop.it - Tutto per i graffiti, solo il meglio al miglior prezzo - Spedizioni gratuite sopra i 100 Eur di spesa - Spray Montana / Belton Molotow / Sabotaz 80 / Bombers Best - Markers ZIG / Molotow / Montana / Touch Marker - Tutti i tipi di caps - Inchiostro GROG / Nero Inferno - Riviste, libri e DVD da tutto il mondo - Abbigliamento Streetwear
Guadagna anche tu con il Webteam di GRAFFITISHOP.IT!

lunedì 16 febbraio 2009

Quale aerografo usare la prima volta?

Beh per rispondere ad Aleandro25 consigliare una marca piuttosto che un'altra e soggetivo.
Prima di tutto dipende dal uso che ne vuoi fare. Di conseguenza sarebbe fuori luogo andare a spendere un patrimonio se farai qualche lavoro durante l'anno.
Io quando ho iniziato, circa 20 anni fà, la mia prima penna é stata una Badger150. Un ottima aeropenna a doppia azione che mi ha dato non poche soddisfazioni. Ovviamente io avevo già le idee chiare su quello che volevo ottenere dalla mia aeropenna e quindi ho preferito investire qualcosina in più.
La differenza sostanziale tra i modelli più diffusi é:
L'azione fissa per i modelli più economici che ha un getto aria/colore costante, fisso per l'appunto.
La doppia azione per i modelli già più versatile e con un costo superiore in quanto ti permettono di regolare a tuo piacimento sia la quantità di colore che di aria.
l'olimpos é un ottima marca di aerografi che io uso tuttora, ma anche badger, iwata, tayer & chandler, zetek..... il consiglio che ti dò é di andare dal tuo rivenditore di fiducia e toccare con mano in modo da capire quale ritieni anche più manegevole, più bilanciata per la tua mano.
Spero di essere stato utile ed aiuto ad aleandro e non solo.
Per qualsiasi altra domanda non esitate a scrivermi.

mercoledì 28 gennaio 2009


joker


aerografia realizzata su serbatoio honda hornet (modello 2005 eventualmente disponibile)
Per chi volesse dare un occhiata allo step sulla realizzazione di questa aerografia.

lunedì 26 gennaio 2009

aerografia skate skull step by step

Se desiderate visualizzare lo step by step di questo lavoro su skate, cliccate sulla barra sottostante.
video

sabato 3 gennaio 2009

aerografia: istruzioni per l'uso

Salve a tutti coloro che sono appassionati di aerografia. Spero di cominciare, umilmente, quest'avventura insieme e grazie a voi nel migliore dei modi. quindi per qualsiasi domanda o consiglio, non esitate a contattarmi. Nel frattempo se volete dare un occhiata a qualche mio lavoro...